“Capo Martino 2002” Jermann ………. quando ancora c’era il “Tocai Friuliano”.

Leggere l’assemblaggio di questo vino lascia l’amaro in bocca, un nome solo nei ricordi, il “Tocai Friulano”, ceduto da accordi con la comunità europea che, come spesso accade ai nostri prodotti, priva di identità e valore la nostra storia senza “nessuno” che sia capace di difenderla.

Mi viene in mente la recente kermesse di Vinitaly 2014, quando chiacchierando con un vignaiolo assai famoso nel mediatico per la sua eccessiva, a volte, esuberanza ……… mi diceva che lui dall’etichetta non avrebbe tolto la denominazione Tocai Friulano perché vitigno autoctono e storia della sua famiglia ed infatti in etichetta e nel sito non l’ha cambiata, Chapeau.

Parliamo ora di vino ……….

Art designer Roberto Orciani
Art designer Roberto Orciani

 

 

In cantina non riesco ad andare spesso e quando ho qualche minuto da dedicarmi a riordinarla è usuale che scopro bottiglie “dimenticate” ……… Sabato sera, tipico in questo periodo, essere a “pezzi” …………. perché non andare a trovare un amico e portarmi un paio di bottiglie con cui sfidarlo in abbinamenti?

 

 

 

 

Mi ricordo ancora chi mi ha regalato questo vino …………. quasi dieci anni a riposo, buio e silenzio ……..

Art designer Roberto Orciani
Art designer Roberto Orciani

Il tappo mi da garanzie, nulla di “strano” perfetto, il naso che già fa intuire il colore.

Giallo dorato carico, brillante e luminoso ………. Subito le note dolci, mielose,  frutta candita, ci sta anche l’esotico, ma la piacevolezza è trovarlo anche minerale ed un po’ ……… fumè.

 

Art designer Roberto Orciani
Art designer Roberto Orciani

 

Sarà fumè, sarà un po’ dolce ………. non ci sarà un po di legno piccolo? …….. Perfettamente amalgamato, non disturba , come accade ai grandi vini, si fa solo voler bene un po’ di più da chi ama la tostatura nei vini, oggi anche da me che adoro il minerale , la verticalità dell’assaggio.

Albicocca, frutta secca e niente di eccessivo, solo accenni decisi che mi lasciano stupito per questo naso mai arrogante eppure incisivo ……….

 

Art designer Roberto Orciani
Art designer Roberto Orciani

 

La bocca non si appesantisce, rimane fresca, non mi ferma la mano, riporto facilmente il bicchiere all’assaggio …. Non l’avrei detto …. la bottiglia dimenticata in cantina , un nome , ma …… come spesso mi accade “conosco i miei polli” ed oggi mi accorgo che …. non li conosco bene.

 

 

 

 

Do tempo ….. esce un agrumato, non troppo maturo, non si nasconde, ma non è sfacciato … vino che mi diverte descriverlo, cambia ad ogni naso ……

Chiamo anche lo Chef  che sfido a darmi un abbinamento …….. si diverte anche lui …. rimane stupito dalla freschezza, legge l’etichetta, sgrana gli occhi e torna in cucina ………. ci divertiamo “tutti”

 

Art designer Roberto Orciani
Art designer Roberto Orciani

 

Un ultimo naso, fresco, anche fiori secchi, fieno fino al salmastro …….. quasi lo iodato …… Mi fermo …….. ma quanto da imparare…….

Dimenticato sul bicchiere ha “mangiato la barrique” e diventa godibile e fresco con corrispondenza tra naso e bocca …….. non nel colore.

“Capo martino 2012” Jermann  assemblaggio di Tocai Friulano in maggior parte, Ribolla Gialla, Malvasia Istriana e Picolit

Art designer Roberto Orciani
Art designer Roberto Orciani

 

 

Splendida serata, cominciata con uno chardonnay di Pfitscher “Griesfeld 2012” che testimonia il territorio di origine, piu agrumato che esotico, fresco e di bella beva, giustamente sapido e minerale, di buona struttura in perfetto equilibrio con l’alcool.

 

 

Un Grazie a Chef e Sommelier Fabrizio Gambella e la sommelier Golcea Daniela per la pazienza nel accontentarmi con i bicchieri, le temperature ed i …… piatti .

Ristorante “C’era una volta”  Via XXV Aprile s.n. | Localita Fornaci, 60022 Castelfidardo, Italia   +39 (0) 717820353

+39 (0) 717820353